Bari rievoca traslazione ossa San Nicola

Il corteo storico, i fuochi d'artificio, la statua del santo portata a mare a bordo di un peschereccio sorteggiato tra le famiglie di pescatori pretendenti: anche quest'anno si rinnova - il 7, l'8 e il 9 maggio - la 'festa' per San Nicola, patrono di Bari. Un appuntamento atteso dai baresi e non solo, perchè migliaia di pellegrini giungono nel capoluogo pugliese da ogni parte della Puglia e da tutta l'Italia meridionale. L'evento coinvolge anche numerosissimi devoti ortodossi provenienti soprattutto dalla Russia. Si usa il termine traslazione per indicare il trasferimento, da una sede ad un'altra, di un corpo, soprattutto di reliquie, e quindi anche per San Nicola si parla di traslazione delle sue ossa, nel lontano 1087, da Myra in Asia Minore a Bari, ad 'opera' di 62 marinai che arrivano nel porto del capoluogo pugliese il 9 maggio del 1087 e consegnano le reliquie all'abate Elia che le custodisce e ha l'incarico di erigere la Basilica. Il corteo storico sarà diretto dalla regista e coreografa Elisa Barucchieri.

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Aggredito e rapinato, tre arresti
    ANSA
  2. Bari, si lancia dall'ottavo piano: il dramma di uno studente universitario in largo Fraccacreta
    Quotidiano Italiano Bari
  3. Bari, caso record in un liceo licenziati 2 bidelli 'fannulloni'
    La gazzetta del mezzogiorno
  4. Agenda/ A Bari focus sul fumetto con Alessandro Tota e Nikoz Balboa alla libreria Spine
    Bari Repubblica
  5. Commissione Difesa Vista Onlus con "Race for the cure" a Bari per la
    Il Paese Nuovo

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Bari

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...